Conseguimento CQC: diventa un Autista Professionale

Argomenti trattati

Cos’è la CQC e a cosa serve

La CQC, ovvero “Carta di Qualificazione del Conducente”, è un’abilitazione di guida professionale che serve ai conducenti per il trasporto di Merci o Persone su strada. È stata introdotta dall’Unione Europea con la direttiva 2003/59/CE, e certifica la capacità di poter svolgere l’attività di Autotrasportatore. Per ottenerla è necessario aver conseguimento prima una delle patenti di categoria C, D o CE/DE.

Dato che è direttamente collegata alla patente, nel caso in cui questa dovesse essere sospesa o ritirata, le conseguenze ricadrebbero sulla CQC. Discorso diverso invece riguarda i punti. In caso di infrazione, questi vengono tolti dalla patente professionale durante l’orario lavorativo, e dalla patente normale negli altri casi.

Quando è obbligatoria la CQC

Il Consiglio dei Ministri, recependo la direttiva UE 2018/645 di modifica delle precedenti direttive 2003/59/CE e 2006/126/CE, ha approvato un Decreto Legislativo per estendere l’obbligo della patente di guida professionale a tutti. La nuova direttiva prevede quindi delle modifiche relative al conseguimento della CQC. Stabilisce che non sarà più necessaria solo a chi svolge l’attività di autotrasportatore, ma a tutti coloro che guidano con patenti C1/C, C1E/CE, D1/D, D1E/DE. Viene così eliminato il riferimento all’attività di guida professionale ed estende gli obblighi a tutti i conducenti professionali.

Di conseguenza, se possiedi una patente superiore dovrai sostenere anche gli esami per il conseguimento della CQC e i relativi corsi di aggiornamento previsti per mantenere l’abilitazione. Anche se non svolgi l’attività professionale di conducente di Merci o Persone.

La CQC ad oggi non è obbligatoria per chi guida veicoli pesanti come autocarri o un autobus in conto proprio. Ma appena il decreto sarà reso esecutivo gli obblighi verranno estesi a tutti.

Chi NON DEVE fare la CQC

Secondo la circolare 18.559 del 6 giugno 2019 i casi in cui ad oggi non si deve fare la CQC sono basati sul requisito di professionalità. Il personale assunto con qualifica di autista ha l’obbligo del conseguimento. Sono invece esclusi i conducenti di veicoli:

  • La cui velocità massima autorizzata non supera i 45 km/h;
  • Ad uso delle forze armate, della protezione civile, dei pompieri e delle forze responsabili del mantenimento dell’ordine pubblico;
  • Sottoposti a prove su strada a fini di perfezionamento tecnico, riparazione o manutenzione;
  • Veicoli nuovi o trasformati circolanti con targa di prova;
  • Che trasportano materiale o attrezzature, utilizzati dal conducente nell’esercizio della propria attività;
  • Utilizzati per il trasporto di passeggeri o di merci a fini privati e non commerciali;
  • In servizio di emergenza o destinati a missioni di salvataggio come C.R.I.- Protezione Civile;
  • Per le lezioni di guida ai fini del conseguimento della patente di guida o dei CAP.

Conseguimento CQC

Per il conseguimento della CQC devi effettuare un corso di formazione iniziale della durata di 280 ore (260 ore di teoria + 20 di pratica) oppure un corso accelerato di 140 ore (130 di teoria + 10 di pratica), a seconda delle necessità. La qualifica, una volta conseguita, ha una validità di 5 anni e va rinnovata frequentando un altro corso di aggiornamento della durata di 35 ore.

Per il Trasporto Merci, se hai un’età inferiore ai 21 anni non puoi guidare autocarri con massa a pieno carico superiore alle 7,5 tonnellate. Questo limite può essere rimosso quando compi 21 anni o seguendo il corso completo da 280 ore.

Per il Trasporto Persone, invece, se hai un’età inferiore ai 23 anni non puoi condurre autobus con più di 16 passeggeri o con una percorrenza di più di 50 km per i servizi di linea. Il limite può essere superato quando compi 24 anni o frequentando il corso di 280 ore.

Esame finale

L’esame CQC dura 90 minuti e devi rispondere ad un quiz con 70 domande a risposta multipla, di cui 40 generali e 30 specifiche sulla qualifica per il Trasporto di Merci o Persone. La prova viene considerata superata se non fai più di 7 errori. Se non lo superi, devi presentare nuovamente domanda di partecipazione e potrai ripeterlo dopo 30 giorni.