Hai perso la patente o è illeggibile?

Argomenti trattati

Hai perso la patente: cosa devi fare?

Hai perso la patente? Può capitare a tutti! Un furto o la perdita casuale della patente sono spiacevoli situazioni, che possono creare disguidi, perché non è possibile guidare senza. Proprio come non è possibile circolare senza assicurazione. Fortunatamente, non devi disperare. Grazie a procedimenti burocratici non complicati puoi ottenere un permesso provvisorio di guida per continuare a guidare liberamente in attesa del duplicato.

Ecco allora gli step da seguire per riottenere la propria patente!

Denuncia di smarrimento

Appena ti rendi conto di aver perso la patente, devi presentare una denuncia di smarrimento, entro 48 ore, al Comando Carabinieri o all’ Ufficio della Polizia di Stato. La denuncia non vuol dire per forza che hai subito un furto, ma vale anche in caso di smarrimento o illeggibilità. Non viene considerato smarrimento della patente, la revisione, la sospensione e la revoca della stessa.

Nel caso in cui hai perso la patente all’estero, la denuncia deve essere presentata ad un’autorità italiana (Ambasciata).

Da quando effettui la denuncia, la patente che avevi prima non è più valida e viene cancellata dal sistema. Quindi se dovessi ritrovarla in un secondo momento deve essere distrutta.

Patente illeggibile o scolorita

Succede più spesso di avere a che fare con una patente scolorita o illeggibile. Gli elementi che devono essere ben visibili sulla patente, sono:

  • Numero della patente;
  • Dati anagrafici come nome, cognome, data e luogo di nascita;
  • Data di rilascio e scadenza della patente;
  • La fototessera.

Ti basta un elemento non leggibile per avere la necessità di richiedere il duplicato della patente, essenziale per continuare a guidare in tranquillità. Certo, non avrai a che fare con alcun tipo di multa o sanzione. Tuttavia, possono ritirarti la patente e crearti più di qualche difficoltà dal punto di vista pratico.

Permesso provvisorio di guida

Il permesso provvisorio di guida è un documento rilasciato dalle forze di Polizia o dai Carabinieri nel momento in cui presenti la denuncia. Il permesso ti permette di circolare liberamente all’interno del territorio nazionale italiano e sostituisce la patente smarrita fino a 90 giorni. Lo potrai utilizzare fino al momento in cui ricevi il duplicato vero e proprio.

Patente meccanizzata e non meccanizzata

Bisogna precisare tuttavia un aspetto importante, riguardante il fatto che la patente sia meccanizzata o meno. Se la patente risulta meccanizzata, cioè censita nell’archivio nazionale dei cittadini italiani è duplicabile. Saranno le stesse autorità della pubblica sicurezza – Carabinieri o Polizia – ad inoltrare la richiesta per il duplicato della patente. Questa procedura è molto semplice e snella. Non è previsto alcun adempimento se non quello di consegnare due fotografie formato tessera su sfondo bianco. È previsto invece il pagamento di una piccola cifra, circa 10 euro, da pagare al postino al momento della consegna della nuova patente.

Diversa è la procedura nel caso in cui la patente non sia meccanizzata. In questo caso dovrai recarti in Autoscuola per richiedere il duplicato della patente smarrita, persa o illeggibile. Si ricade in questo caso anche se la patente è scaduta di validità o scadrà entro sei mesi dalla data di presentazione della domanda. Oltre alla eventuale denuncia di smarrimento, dovrai presentare documenti aggiuntivi che ti elencherò di seguito.

Documenti necessari

I documenti da consegnare nel momento in cui si richiede il duplicato della patente sono:

  • 2 fototessere (recenti, nitide, identiche, a capo scoperto e senza occhiali);
  • Un documento di riconoscimento valido (carta d’identità o passaporto);
  • Tessere sanitaria;
  • Permesso di soggiorno (solo cittadini extracomunitari);
  • Denuncia di smarrimento (se hai perso la patente);
  • Certificato medico in marca da bollo (se la patente è scaduta);
  • Patente da sostituire in originale (se rotta o illeggibile).